Pirateria, il Congresso Usa elenca i 6 grandi nemici del copyright

 
 

Baidu, IsoHunt, Mp3fiesta, RapidShare, RMX4U.com e The Pirate Bay: ecco,  in ordine rigorosamente alfabetico (e non di “pericolosità”),  i sei grandi nemici pubblici che attentano ogni giorno alla sopravvivenza e alla prosperità di autori e creatori di opere dell’ingegno, produttori cinematografici, case discografiche e sviluppatori di videogiochi. La lista nera dei grandi “ricercati”, che include il maggiore motore di ricerca cinese e alcune delle più note e utilizzate piattaforme di file sharing non autorizzato, è stata compilata dall’International Anti-Piracy Caucus,  un gruppo bicamerale e bipartisan creato presso il  Congresso americano e finalizzato alla protezione della proprietà intellettuale sui mercati internazionali. Secondo il Caucus, le sei imprese elencate si distinguono “per il loro uso preponderante finalizzato allo scambio globale e illegale di film, musica e altre opere protette dal copyright”.  

Tripudio per gli Ac/Dc, fischi e lancio di bottiglie per Le Vibrazioni

Oltre 47mila spettatori in delirio, allo stadio Friuli, per l’unica tappa italiana degli Ac/Dc. Circa la metà degli spettatori è giunta dall’estero; il 20% proviene dal Friuli Venezia Giulia e poco più del 30% dal resto dell’Italia. Su un palco di 60 metri di larghezza, 20 di profondità e 22 di altezza, il gruppo ha dato subito il via al suo rock and roll con Johnson a caracollare fino al cuore del pubblico, lungo una passerella, e Angus in completino di velluto blu con tanto di cravatta Regimental. Fra i primi brani, “Hell ain’t a bad place to be” e la classica “Back in black”.

Non è andata altrettanto bene alle Vibrazioni: il gruppo è stato sonoramente fischiato. Non solo, i fan degli Ac/Dc hanno riservato loro anche un lancio di bottiglie in direzione del palco.

R.J. DIO: salito al cielo in punta di piedi

Non c'è più.
In punta di piedi, per non dare fastidio a nessuno, così come chi ha dato l'annuncio, quasi con la paura di disturbare, di distogliere da un sogno: Ronnie se ne è andato.

Proprio quando già in tanti lo aspettavano di nuovo sui palchi dei festival estivi, sparsi per il globo. Eppure Ronald James Padovana, in arte Ronnie James Dio, questa volta, non ce l'ha fatta a dimostrare di nuovo una grandezza più grande dell'asprezza della vita. Ha combattuto, ma non è riuscito a vincere il male, nella battaglia più epica dei giorni nostri.
E oggi, con l'odioso senno di poi, fanno quasi rabbia le interviste risalenti a solo qualche settimana fa, raccolte alla premiazione per i Golden Gods Awards (Best Metal Singer 2009, Ronnie James Dio: c'erano dubbi?...) in cui un Ronnie smagrito ma lucido e con ancora un po' d'ironia da spendere, raccontava la sua battaglia contro il cancro: "Sto bene e male, sai, dipende […] Faccio un po' fatica a mangiare, ma tanto a me non è mai piaciuto mangiare quindi… […] Comunque non avevo mai realizzato quanto sarebbe stata dura e difficile la terapia, finché non mi ci sono sottoposto. […] Sono nel migliore ospedale del mondo, col miglior medico del mondo, il dottor Johnny, e… sai… sono, sono fiducioso per la mia vita, penso che ci sia ancora molto da vivere".
Fa rabbia perché, sperandolo un po' tutti, un po' tutti lo davamo già per guarito.
E invece ha chiamato a raccolta i venti, pur sapendo che i venti non lo avrebbero aiutato a volare, "Die Young"…

Dall'altra parte dell'arcobaleno, non ci saranno più concerti, niente più Dio, niente Heaven & Hell, niente più speranze di reunion dei Rainbow in formazione storica: niente più. Cose che, a dirla tutta, in realtà ora appaiono per quello che sono, piccolezze di fronte alla scomparsa di un uomo. Ma che pure hanno fatto parte della vita di noi tutti e a cui Ronnie, in un modo o nell'altro, ha dedicato la sua, di vita.
E se proprio sulla vita ci è concessa una riflessione, proprio la vita non ha smentito nemmeno in questa occasione l'imperscrutabilità delle sue scelte: ha permesso a quattro vecchietti sopravvissuti degli stravizi degli anni '70 (e ce ne va…), quatto pilastri dell'hard'n'heavy mondiale di tentare di nuovo la scalata il trono che gli era appartenuto e che più gli compete, di arrivarci, toccarlo… e poi non avere neanche il tempo di godere un po' dell'impresa compiuta.

Che la vita dà e la vita prende, la vita è strana e la vita non è nostra. Come dicevamo qualche tempo fa. Quando la vita, sempre lei, se ne era portato via un altro, un altro di quelli capaci di colorare con i colori di un'emozione vera e sincera, mutuata dall'arte, l'esistenza di noi tutti.
E se fa empaticamente piacere notare il coro luttuoso e unisono che dall'annuncio della scomparsa del cantante di origine italiano si è levato da ogni angolo della Terra, ci rimane comunque la magra (?) consolazione che la poesia con la quale Ronnie ha permeato 40 anni di hard rock e successive declinazioni, rimane e rimarrà – e per noi può essere abbastanza.
Chissà se potrà bastare a Wendy Dio, la donna a cui è toccato il compito di scrivere l'epitaffio del cantante, suo marito. Il pensiero ora, infatti, va dal cantante all'uomo, a quel Ronald James Padovana che ha generato, fatto crescere, nutrito e custodito Ronnie James Dio. E che poi, a un certo punto, se lo è portato via.

Concerti, Heaven and Hell: cancellato il tour europeo

Il tour europeo degli Heaven and Hell, incarnazione dei Black Sabbath con Ronnie James Dio alla voce, è stato cancellato: ad impedire alla band di esibirsi sui palchi del Vecchio Continente sono le condizioni di salute del cantante, non ancora completamente ripresosi dallo lotta contro un tumore allo stomaco che l'ha colpito qualche mese fa. Il gruppo avrebbe dovuto esibirsi il prossimo primo luglio al festival Rock in Roma, ospitato dall'Ippodromo le Capannelle nella Capitale, il 3 luglio all'Alcatraz di Milano e il 4 al Giardino Estivo della Fiera di Pordenone, presentandosi al pubblico italiano con, in formazione, Ronnie James Dio alla voce, Tony Iommi alla chitarra, Geezer Butler al basso e Vinnie Appice alla batteria: i biglietti potranno essere rimborsati presso i punti vendita presso i quali sono stati acquistati. Il primo album pubblicato dalla band con questa formazione, "Mob rules", risale al 1981.

Ozzy Osbourne: "Scream" è pronto - data d'uscita e tracklist ufficiale - ascolta in anteprima "Let me hear you scream"

Dopo lunghi mesi di attesa da parte degli appassionati di mezzo mondo, dopo un’interminabile votazione per scegliere assieme a loro quale titolo dare al suo prossimo album in studio, sembra proprio che il fatidico momento sia finalmente giunto: Ozzy Osbourne, il Principe delle Tenebre, ha concluso la registrazione del suo nuovo disco ed ha deciso di battezzarlo con il nome di “Scream”, approfittando dell’occasione per annunciarne la data in cui avverrà la commercializzazione ufficiale.

Il nuovo disco del Padrino dell’Heavy Metal verrà pubblicato il 15 giugno prossimo per l’etichetta Epic Records, è stato creato quasi interamente nello studio di registrazione del suo ormai celeberrimo villone di Los Angeles ed è il primo a vedere alla chitarra Gus G. al posto di Zakk Wylde, che nel frattempo ha deciso di dedicarsi alla carriera da solista assieme ai Black Label Society.

La prevendita di “Scream” è già disponibile sul sito ufficiale di Ozzy Osbourne e dà diritto ad ascoltare in anteprima “Let me hear you scream”, il singolo d’esordio, che potrete trovare in preview dopo il salto assieme alla tracklist al gran completo.

Ozzy Osbourne: Scream

Let Me Hear You Scream
Diggin Me Down
Let It Die
Soul Sucker
Fearless
I Want It All
Time
Crucify
I Love You All

Concerti, Heaven And Hell: tre concerti in Italia a luglio

Ottime notizie per i fan degli Heaven And Hell, incarnazione dei Black Sabbath con alla voce Ronnie James Dio, al quale lo scorso anno è stato diagnosticato un tumore allo stomaco: il gruppo ha fissato, per la prossima estate, due appuntamenti con il pubblico italiano. La band sarà di scena il prossimo primo luglio al festival Rock in Roma, ospitato dall'Ippodromo le Capannelle nella Capitale, il 3 luglio all'Alcatraz di Milano e il 4 al Giardino Estivo della Fiera di Pordenone. I biglietti per gli spettacoli saranno disponibili da domani, primo aprile, sul circuito TicketOne e presso tutte le rivendite autorizzate. Gli Heaven And Hell si presenteranno al pubblico italiano con, oltre a Ronnie James Dio alla voce, vedranno Tony Iommi alla chitarra, Geezer Butler al basso e Vinnie Appice alla batteria: il primo album pubblicato dalla band con questa formazione, "Mob rules", risale al 1981.

Concerti, Ozzy Osbourne: unica data in Italia il prossimo 5 luglio a Padova

 
 
 
tutto su: Ozzy Osbourne
 
 

E' fissata per il prossimo 5 luglio a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, l'unica data in Italia per l'estate 2010 di Ozzy Osbourne: il già frontman dei Black Sabbath presenterà al pubblico nostro connazionale il suo nuovo album - i dettagli del quale non sono ancora stati resi noti - atteso nei negozi entro la fine del prossimo mese di giugno. I biglietti saranno disponibili da domani presso tutti i circuiti autorizzati al prezzo di 50 euro più diritti di prevendita ed eventuali commissioni addizionali, oppure a 58 euro al botteghino in caso il pre-sale non faccia registrare il "tutto esaurito". L'inizio del concerto è fissato per le ore 19 e 30. Tra una manciata di giorni verrà distribuita nelle librerie "Io sono Ozzy", la versione italiana di "I am Ozzy", autobiografia di Ozzy Osbourne già approdata con notevole successo al mercato americano: il volume, di 450 pagine - incluso inserto fotografico a colori - e commercializzato al prezzo di 17 euro e 50, è stato dato alle stampe dalla Arcana Edizioni per la sua collana Musica. Dal volume sarà tratto anche un lungomentraggio che non vedrà più Johnny Depp nella parte del protagonista ma il collega Robert Downey Jr: la pellicola, al momento, è ancora in fase di preparazione. Tuttavia Sharon, moglie e manager di Osbourne, vorrebbe spedire la pellicola nelle sale già nella prima metà del prossimo anno.

Sarà veramente 'garage' il nuovo album dei Foo Fighters

Si avvicina sempre di più l'inizio delle registrazioni del nuovo album dei Foo Fighters. Inizialmente programmate per il prossimo settembre, le sessioni potrebbero cominciare decisamente prima perché Dave Grohl ha scoperto che il produttore che voleva, Butch Vig, si è liberato. Vig, del Wisconsin, come noto fu alla consolle per "Nevermind" dei Nirvana, il precedente gruppo di Grohl. Il cantante e chitarrista ha affermato che il prossimo disco dei Foos sarà "più heavy che mai" e che vuole recuperare il sound grezzo di una volta; le registrazioni, che saranno in larga parte effettuate su nastro,
probabilmente si terranno nel garage del musicista. David Eric Grohl è nato il 14 gennaio 1969 a Warren, Ohio, e ha due figlie piccole; dall'agosto 2003 il rocker è sposato con Jordyn Blum.

Gli Iron Maiden tornano in Italia: il 17 agosto a Codroipo (Udine)

Attraverso le pagine del proprio sito ufficiale, gli Iron Maiden comunicano a tutti i loro fans italiani che torneranno qui da noi il prossimo 17 agosto per regalarci il loro “Final Frontier World Tour”.

La cornice scelta è la splendida Villa Manin di Passariano di Codroipo (Udine), la stessa che ospiterà due settimane dopo un concerto dei Placebo (per la precisione il 3 settembre). Il motivo di una simile decisione ce lo spiega direttamente il bassista della band Steve Harris:

“Non vediamo l’ora di suonare in un luogo affascinante e ricco di storia come Villa Manin. L’allestimento del palco sarà assolutamente spettacolare, ci sarà un Eddie nuovo di zecca e un incredibile spettacolo di luci. Volevamo fare un giro di concerti prima dell’uscita del nuovo album, prevista per la fine dell’anno, e naturalmente dovevamo includere uno show dedicato a tutti i nostri amici e fans italiani. Stiamo ancora definendo la scaletta dei brani che proporremo nel corso del concerto, ci sarà una nutrita selezione dei nostri più grandi successi e vi posso anticipare già da ora che potrete ascoltare anche alcuni brani estratti dal nuovo disco.”

La prevendita dei biglietti, affidata come sempre al circuito TicketOne, partirà alle ore 09:00 di oggi.

Metallica: nel 2011 tour 'alla Pink Floyd'

Peter Mensch, il manager dei Metallica, intervistato dal mensile britannico "Classic Rock" ha rivelato -pure senza scendere in particolari- che la band ha in serbo un botto per il 2011. Il manager ha detto: "Diciamo solo che l'anno prossimo vedrete un tour dei Metallica che sarà sconvolgente. Suoneranno solamente in dieci città ma sarà una grossissima impresa. Sarà l'equivalente di 'The wall' dei Pink Floyd". La dichiarazione di Mensch è arrivata quando il giornalista Peter Makowski gli ha chiesto di definire il suo ruolo. "Farsi venire in mente delle buone idee in modo che le esibizioni siano sempre interessanti", ha detto.

ASCOLTA IL NUOVO BRANO DI SLASH "BY THE SWORD"TRATTO DAL NUOVO ALBUM.

HANNO CONTRIBUITO ALLA RIUSCITA DI QUESTO ALBUM ARTISTI DI CALIBRO COME

 Iggy Pop, Ozzy Osbourne E Dave Grohl CON Fergie, Chris Cornell E Kid Rock!

 

 

CLICCA QUI!

Ultimo Singolo Evanescence "Together Again"

Frase Del Giorno

Iron Maiden
Loading
Bookmark and Share
Discover the Radio Classic Rock