Concerti, Papa Roach: una data a Pinarella di Cervia (RA) il 24 luglio

 
 
 
tutto su: Papa Roach
 
 

I Papa Roach faranno tappa in Italia, nell'ambito del proprio tour europeo per presentare il loro nuovo disco, "Metamorphosis", il prossimo 24 luglio al Rock Planet di Pinarella di Cervia, in provincia di Ravenna: i biglietti sono disponibili al prezzo di 25 euro più diritti di prevendita ed eventuali commissioni addizionali. La band americana, attiva dal 1993, ha conquistato visibilità nel panorama alternative-metal a stelle e strisce con gli album "Infest" (2000) e "LoveHateTragedy" (2002).

Bullet For My Valentine

 A questo indirizzo potete vedere l'ultimo video dei Bullet For My Valentine, per la canzone The Last Fight.

Il brano è tratto dall'ultima fatica del gruppo gallese, intitolata "Fever" e prevista per il prossimo 26 Aprile via Jive/Zomba

Samael

 Gli svizzeri Samael sono al lavoro per comporre del nuovo materiale che andrà a finire sul nuovo disco del gruppo. Informazioni circa titolo e data di uscita del successore di "Above". Di seguito le date live fissate al momento dalla band.

March/April S A M A E L supporting Arch Enemy :
27.03.10 : Aerone - Lille, France
28.03.10 : Elysee Montmartre - Paris, France
30.03.10 : Ninikasi Kao - Lyon, France
31.03.10 : La Laiterie - Strasbourg, France
01.04.10 : Rockhal Club - Esch/Alzette, Luxembourg

Festivals:
03.04.10: Noise Gate Festival (Neue Stadthalle ) - Langen, Germany (w/ Arch Enemy, Sodom, Destruction...)
24.04.10: Firebox Metal Fest. - Seinäjoki, Finland (Headliner)
30.04.10: L'usine - Geneva, Switzerland (Headliner show)
01.05.10: Fiesta Pagana (Schmerikon) - Zürich, Switzerland (Headliner)
08.05.10: Walpurgis Metal Days - Hausenberg, Germany (Headliner)

 

Unleashed: Titletrack

 Sul MySpace degli Unleashed trovate disponibile per l'ascolto "As Yggdrasil Trembles", titletrack del nuovo album che uscirà il 19 marzo per Nuclear Blast.

01. Courage Today, Victory Tomorrow!
02. So It Begins
03. As Yggdrasil Trembles
04. Wir Kapitulieren Niemals
05. This Time We Fight
06. Master Of The Ancient Art
07. Chief Einherjar
08. Return Fire
09. Far Beyond Hell
10. Dead To Me
11. Yahweh And The Chosen Ones
12. Cannibalistic Epidemic Continues
13. Evil Dead (DEATH cover) (bonus track)

Concerti Metallica: 160 arresti

Circa centosessanta persone sono state arrestate ieri durante un concerto dei Metallica ospitato al parco Simón Bolívar di Bogotà, Colombia: centinaia di fan senza biglietto hanno cercato di superare gli sbarramenti, provoncando una reazione della polizia presente sul posto. Nel corso degli scontri, durati circa quarantacinque minuti e che hanno visto coinvolte diverse centinaia di persone e 1500 tutori dell'ordine, quattro poliziotti e quattro spettatori sono rimasti feriti in modo non grave. "La presenza delle autorità in tenuta antisommossa si è resa necessaria dopo che alcuni delinquenti - non c'è altro modo per chiamarli - avevano danneggiato auto e vetrine già nel corso del pomeriggio", ha fatto sapere il capo della polizia locale Ruben Castillo, che ha specificato come la rivolta fosse stata in qualche modo annunciata. Lo spettacolo della band americana è stato annullato. Già a metà del gennaio scorso oltre 120 persone furono arrestate nel corso di disordini avvenuti sempre poco prima di un concerto dei Metallica a Santiago, in Cile.

Iron Maiden: Il ritorno della vergine di ferro

Gli Iron Maiden, i metal master per eccellenza, annunciano il loro nuovo album in studio, The Final Frontier, previsto per la fine dell'estate, e a seguire nuovo tour americano prima, con special guest niente popò di meno che i Dream Theater, e successivamente le date europee, ma pare solo in ambito di grandi festival.

I Maiden, gruppo inglese attivo sin dal 1980, capitanato dal bassista Steve Harris, è da considerarsi con assoluta certezza il più importante e più influente della scena metal.

Sin dagli esordi, in una Gran Bretagna dominata in maniera quasi assoluta dal genere punk, il gruppo si fa strada in quell'onda d'urto musicale che verrà denominata come New British of Heavy Metal, di cui fanno parte capisaldi quali Judas Priest, Venom, Motorhead, Saxon e tanti altri.

Nei primi due album, l'omonimo Iron Maiden e il successivo Killers, nonostante l'originalità delle composizioni, il sound risente inevitabilmente di quelle sonorità punkeggianti tanto in voga in quegli anni, soprattutto per le soluzioni vocali adottate dal cantante Paul Di' Anno.

La svolta decisiva per il gruppo, e per tutto il panorama musicale, è rappresentata dalla pubblicazione del loro terzo lavoro discografico, The Number of the Beast, in cui subentra un nuovo cantante, Bruce Dickinson, che contribuisce non poco alla definizione del loro sound.

Un disco che farà parlare di se' sin dal titolo, al disegno della copertina per i benpensanti dell'epoca a tutte le generazioni future di fan e di musicisti, per le note che fuoriescono dai solchi dell'allora vinile.

L'album ha il pregio di aver catalogato con i suoi componimenti musicali, i suoi riff e le melodie di voce, lo standard della musica heavy metal, e non solo, da lì in poi, di aver anche dato un look definitivo all'icona stilistica e grafica, sia di chi suona, sia di che usufruisce della loro musica, il cosiddetto metallaro.

Da quel momento in poi, il gruppo ha un'escalation pazzesca di disco in disco, con le rinomate copertine illustrate, dove l'onnipresente figura della mascotte Eddie fa sfoggio di sé in vesti sempre diverse.

Dal vivo la loro energia e precisione d'esecuzione si miscela con imponenti scenografie. Rimarrà celebre quella del tour di Powerslave, dalla cui impressionante tournèe mondiale, con quasi 300 date, fu prodotto uno storico e memorabile album dal vivo, Live After Death.

Compositivamente parlando, possiamo affermare che fino all'anno 2000, con la pubblicazione di Brave New World, il gruppo non ha mai deluso più di tanto, a parte i due capitoli con una parentesi di breve cambio di formazione.

Ma ovviamente la creatività in una carriera che ormai compie circa trent'anni, è lecito che cominci a vacillare.

Gli ultimi due lavori in studio, rispettivamente Dance of Death e A Matter of Life and Death, non riempiono molto il palato, e mi chiedo se sia realmente  necessario sfornare un nuovo prodotto con materiale inedito, dato e considerato che il gruppo non ha certo difficoltà a riempire gli stadi anche senza proporre nuove songs: il successo di un loro concerto è assicurato.

Non ci rimane che aspettare con le orecchie tese, magari ci riservano qualche piacevole sorpresa, come l'ultimo album dei veterani Kiss, e il titolo potrebbe essere profetico per il loro Final album.

 

I Metallica si piegano a Facebook: giù i prezzi dei biglietti

Tutti fan dei Metallica, ma non a quei prezzi. Una campagna su Facebook è riuscita a far abbassare il costo dei biglietti per il concerto che i Four Horsemen terranno allo stadio Ramat Gan di Tel Aviv il prossimo 22 maggio. L'iniziativa è stata lanciata da Tomer Mussman, grande fan dei 'Tallica ma anche sdegnato per le cifre richieste. A Mussman i tagliandi, in vendita (a seconda dei posti) a circa 100 e 200 euro, sono sembrati veramente troppo cari e allora su FB ha costituito un gruppo chiamato "Boycott Metallica's Israel show!". Dopo quattro giorni di campagna, sostenuta da 8000 iscritti a FB, Mussman ha riferito d'essere stato ricevuto dal local promoter Gad Oron e che il prezzo dei biglietti è stato ridotto. Mussman ha immediatamente invitato i simpatizzanti a cessare il boicottaggio del concerto

Quarant'anni fa nasceva l'heavy metal

La luce rossa del tramonto smaterializza un paesaggio fatto di sterpaglie e alberi morti. Un corvo se ne sta appollaiato su un ramo secco. Una donna pallida e vestita di nero sembra aspetta qualcosa. Sullo sfondo, un vecchio casolare sbiadito. La nascita dell'heavy metal come oggi lo intendiamo sta in questa fotografia di Markus Keef. Copertina del primo omonimo disco dei britannici Black Sabbath, uscito il 13 febbraio di 40 anni fa. Questione di atmosfere, più che di musica.

Se è vero che in quegli anni era l'hard rock dei Led Zeppelin a suonare più "heavy" di tutti, è altrettanto certo che la tenebrosità della band guidata da Ozzy Osbourne e Tony Iommi abbia fatto scuola. Influenzando ogni gruppo dichiaratamente metal arrivato dopo. Brani pesanti e "malati", quelli dei Sabbath. Proprio come la copertina di Keef. Il disco si apre sotto un temporale. Una campana suona a morto. Poi emerge la chitarra pesante di Iommi e la voce di Ozzy comincia a tagliare la ritmica grezza di Bill Ward (batteria) e Geezer Butler (basso). Fino alla spietata accelerazione finale. È la titletrack «Black Sabbath». L'inizio di tutto. Nel complesso, l'album inanella 5-8 brani (a seconda dell'edizione) compatti ed efficaci. Seppure non sempre esaltati a livello tecnico (molto meglio l'album successivo, «Paranoid», uscito sette mesi dopo e contenente la celebre «War pigs»).

Alcuni, come «The wizard» e «N.I.B.», suonano subito classici. Altri, come «The warning», s'attardano in prescindibili jam session. Soprattutto, però, sono le cantilene taglienti di Osbourne a fare la differenza. Sguaiato ed eccessivo, è al suo carisma che si deve parte del mito dei Sabbath. Un'aura "maledetta" che ha fatto fiorire un corollario di leggende metropolitane che lo accompagneranno anche dopo l'uscita dal gruppo, avvenuta nel 1979. La più famosa lo vede sul palco staccare a morsi la testa di un pipistrello morto. Il che avvenne davvero (durante un live del 1982) ma solo perché pensava si trattasse di un animale di gomma. Con un frontman così, non stupisce che molti fan ritengano chiusa la storia della band con l'arrivo del sostituto Ronnie James Dio. Sempre per questo, la reunion con Ozzy è l'evento più invocato dai metallari di tutto il mondo. Di recente, lo stesso Osbourne si è dimostrato possibilista. «Non sta scritto da nessuna parte che non succederà mai», ha dichiarato alla rivista «Rolling Stone». Staremo a vedere. Tanto più che Dio ora sta lottando contro un tumore allo stomaco. La macchina del marketing targato Sabbath non accenna comunque a fermarsi. Il videogame musicale «Guitar Hero 5» a breve renderà possibile scaricare per la prima volta tre canzoni originali della band.

Megadeth

Il bassista David Ellefson è tornato in forze nei Megadeth, band che aveva abbandonato polemicamente nel 2004 citando in giudizio gli ex compagni per 18 milioni di dollari: "Questo dimostra la forza del perdono e dell'amore fraterno", ha commentato il leader Dave Mustaine, "E adesso vi dimostreremo quanto siamo ancora bravi a prendervi a calci nel c*lo". Il tour dei Megadeth per celebrare il ventennale di "Rust in peace" prenderà il via il prossimo marzo.

 

Judas Priest

Sarà ripubblicato a metà del prossimo maggio "British steel", tra gli album "classici" del metal. Il lavoro dei Judas Priest uscì nell'aprile 1980, con la celebre copertina in cui una mano stringeva una grande lametta da barba, e viene ora riproposto in versione deluxe e con aggiunte. Il DVD include il "making of" del disco, un documentario da 30 minuti. "British steel" sarà pubblicato in due formati: un triplo deluxe con l'originale, un DVD live e un CD dal vivo; un doppio con l'originale e un DVD live. Il tracklisting completo:
Disc 1 – Remastered album
'Rapid fire'
'Metal gods'
'Breaking the law'
'Grinder'
'United'
'You don’t have to be old to be wise'
'Living after midnight'
'The rage'
'Steeler'

Bonus tracks:
'Red, white & blue'
'Grinder' (Live)

Disc 2 – DVD
'Rapid fire'
'Metal gods'
'Breaking the law'
'Grinder'
'United'
'You don’t have to be old to be wise'
'Living after midnight'
'The rage'
'Steeler'
'The ripper'
'Prophecy'
'Hell patrol'
'Victim of changes'
'Freewheel burning'
'Diamonds and rust'
'You’ve got another thing coming'

Disc 3 – Live album
'Rapid fire'
'Metal gods'
'Breaking the law'
'Grinder'
'United'
'You don’t have to be old to be wise'
'Living after midnight'
'The rage'
'Steeler'
'The ripper'
'Hell patrol'
'Victim of changes'
'Freewheel burning'
'Diamonds and rust'
'You’ve got another thing coming'.

Nuovo Album Pino Scotto

pino_scotto_suerte.jpg Buone notizie per i fan di Pino Scotto: il suo nuovo disco Buena Suerte è ormai in dirittura d'arrivo, e oggi sono stati svelati i titoli dei brani presenti sull'album, e un'anteprima dell'artwork di copertina. L'album sarà presentato dal vivo all'Alcatraz di Milano il 21 Marzo, in occasione dell'Italian Gods Of Metal. Di seguito, il messaggio di presentazione ricevuto dall'etichetta.

E' di imminente uscita con Valery Records distribuito in Italia da Frontiers/Edel/iTunes l'ultimo graffiante lavoro dell'icona rock nazionale  PINO SCOTTO.
Il nuovo album sara' intitolato "BUENA SUERTE" e conterrà brani inediti in italiano. 

Il titolo "Buena Suerte" è volutamente sarcastico anche perché, e la cosa non sorprende, i contenuti testuali dell'album sono tutt'altro che speranzosi, anzi, dipingono con parole molto dirette e senza peli sulla lingua la situazione sociale, culturale e artistica in cui riversa il nostro bel paese nell'anno 2010.

Musicalmente un album di puro e potente rock'n'roll di ispirazione americana che si adatta perfettamente alla voce rauca e migliorata con gli anni (come un buon whisky) di uno Scotto più che mai in forma. La produzione è fresca, granitica e attuale e si è avvalsa, in alcune tracce, della collaborazione e del talento compositivo di OLLY dei The Fire.
 
Ospite speciale su "Buena Suerte" il rapper CAPAREZZA per una travolgente "Gli arbitri ti picchiano", , il primo singolo che verrà tratto dall'album, dal ritornello fra rap e rock, che sicuramente resterà inchiodato per diversi giorni nelle orecchie degli ascoltatori. Altro ospite illustre il chitarrista KEE MARCELLO (ex Europe) con un  assolo su "Morta è la città", brano dal ritmo serrato e un ritornello come "Fotti, fotti, fottiti il mondo. Fotti fotti fottiti stronzo" che non lascia spazio a interpretazioni ambigue sul suo messaggio infuocato.

Pino Scotto presenterà "Buena Suerte" ufficialmente domenica 21 marzo all'Alcatraz di Milano in occasione dell' ITALIAN GODS OF METAL, dove si esibirà come headliner con la sua band.
 
Questa è la tracklist ufficiale di Buena Suerte:

01. QUORE DI ROCK 'N' ROLL
02. MORTA E' LA CITTA'
03. GLI ARBITRI TI PICCHIANO
04. IL PRONISTA
05. TEMPI LUNGHI
06. SOLDATINI DI PONGO
07. STAGE DEGLI INNOCENTI
08. MALDIDO STREET
09. CHE FIGLIO DI MARIA
10. BLUES ON
11. DIATRIBAL ROCK

Brano in streaming per Slash

E' disponibile in streaming "By the sword", primo singolo estratto dal nuovo album di Slash.

Potete ascoltarlo cliccando
qui.

Rocordiamo che sull'album saranno presenti numerosi ospiti del calibro di Lemmy, Ian Astbury, Dave Grohl, Kid Rock, Chris Cornell, Fergie, Ozzy Osbourne, Iggy Pop, etc...

Frase Del Giorno

Iron Maiden
Loading
Bookmark and Share
Discover the Radio Classic Rock